Pronto intervento ambientale

Pronto intervento ambientale

La prima fase, in caso di eventi di contaminazione è la “messa in sicurezza di emergenza” (MISE). La tempestività e la bontà dell’intervento sono fondamentali per isolare l’area di intervento riducendo o, nel migliore dei casi, eliminando gli effetti inquinanti sull’ambiente circostante.

La definizione ufficiale della MISE riportata sul D.Lgs n. 152/2006 (Testo Unico Ambientale) è la seguente: “…ogni intervento immediato o a breve termine, da mettere in opera nelle condizioni di emergenza in caso di eventi di contaminazione repentini di qualsiasi natura atto a contenere la diffusione delle sorgenti primarie di contaminazione, impedirne il contatto con le altre matrici presenti nel sito e a rimuoverle, in attesa di eventuali ulteriori interventi di bonifica o di messa in sicurezza operativa o permanente…” (art.240 comma m).

Sottolineando quindi l’importanza della velocità di intervento, gli scenari dove si verificano dispersioni di sostanze pericolose possono essere molto diversi, come ad esempio:
- incidenti con coinvolgimento di mezzi che trasportano sostanze e materiali pericolosi
- malfunzionamento di impianti all’interno di aziende, rotture di tubazioni o serbatoi, fughe di gas tossici.

E’ fondamentale quindi assumere il pieno controllo della situazione nel minor tempo possibile, per garantire una riduzione dei rischi per l’ambiente e la salute pubblica e per un contenimento dei costi, e per le aziende una rapida ripresa delle attività.

Le metodologie di intervento possono essere quindi molto diverse e la fase di MISE può protrarsi nel tempo.

La nostra struttura è dotata di mezzi, attrezzature e personale specializzato è può quindi garantire una prontezza di intervento in qualsiasi situazione.
Il nostro personale è stato specificatamente formato relativamente alla conoscenza delle possibili sostanze contaminanti, alle metodologie di intervento, ai potenziali rischi e all’uso corretto dei DPI/DPC.

Disponiamo di una notevole varietà di materiali adatti ad assorbire, detergere, contenere e confinare sostanze pericolose, in modo da garantire sempre l'idoneità allo scopo e alle sostanze da trattare. Le tecniche di intervento sono molteplici, ecco alcuni esempi: barriere assorbenti o galleggianti e barriere a sifone, sbarramento fisico sul fondo del canale, per inquinanti solubili in acqua sbarramento totale del corso d’acqua, aspirazione profonda, per inquinante solubile in acqua aspirazione totale, rimozione del contaminante su matrici solide, materiali assorbenti per rimozione dell’inquinante libero, escavazione con benna, ecc.

I nostri interventi prevedono anche un'assistenza completa in situazioni e scenari post incendio e post alluvione.